Come arredare la cabina armadio

Un desiderio irrealizzabile? No, molto probabilmente la cabina armadio potrai realizzarla anche a casa tua, anche se fino ad ora ancora non ci avevi pensato. È infatti sufficiente avere a disposizione uno spazio di circa 120 cm X 200 cm, un po’ di fantasia è un pizzico di ingegno per realizzare una cabina armadio all’interno della tua camera da letto. 

Oggi però vogliamo approfondire il lato “arredamento” e parlarti di come possa essere facile allestire una cabina armadio e renderla perfetta per le tue esigenze e unica perché completamente personalizzabile. Partiamo dalle basi; contrariamente a quanto sei solito pensare, per realizzare una cabina armadio avrai bisogno di poco spazio: come anticipato sopra, uno spazio di 120 cm di profondità sarà sufficiente per poter iniziare a parlare di cabina armadio. Questo è lo spazio necessario in profondità per poter collocare i moduli per l’allestimento e allo stesso tempo potervi accedere con comodità. Esistono più tipologie di arredamento da utilizzare per la cabina armadio, di seguito vediamo quali sono: moduli armadio a giorno, sistema con profili alluminio e sistema boiserie. 

arredare cabina armadio torino

• Arredare una cabina armadio utilizzando elementi a giorno di un armadio è la soluzione che potresti adottare se hai a disposizione un ambiente cabina armadio con spazi generosi e ben illuminati. Assolutamente da sconsigliare in spazi ristretti, meno modulare rispetto a sistemi a cremagliera. Ripiani estraibili, sistemi Servetto, cassettiere, porta pantaloni e altri accessori possono allo stesso tempo assolvere ai loro compiti e decorare con forme e simmetrie gli spazi. Ti consigliamo di utilizzare finiture chiare come materici tramati che donano l’effetto tappezzeria.

• Per le metrature più risicate, dove è d’obbligo ottimizzare gli spazi, i sistemi a cremagliera o profilati di alluminio possono sicuramente offrire soluzioni più versatili. In questo caso il sostegno dei ripiani, cassettiere o appendiabiti avviene generalmente attraverso un supporto posteriore. Si lasciano quindi libere le parti laterali e scompaiono le divisioni tra gli elementi. Il vero punto a favore di questo sistema rispetto alla cabina armadio arredata con moduli a giorno, è l’assoluta personalizzazione. Tutte le attrezzature possono infatti essere posizionate al centimetro, questo permette di creare vani ottimizzati per i propri abbigliamenti e completamente personalizzabili all’occorrenza. Acquisti un abito che necessita di maggior spazio per essere riposto? In un attimo si posiziona l’appendiabiti all’altezza opportuna.

• Il sistema boiserie infine è quello che nell’immaginario collettivo è più riconducibile quando si parla di cabina armadio. Si tratta di pannelli a tutta altezza che posizionati per tutto il perimetro della cabina, la decorano e fungono da supporto per mensole, cassettiere e appendiabiti. Anche per questa soluzione ti consigliamo di valutare le dimensioni e l’illuminazione dell’ambiente per scegliere la finitura adatta.

Consigli per attrezzare la cabina armadio.

Utilizza la parte bassa per inserire le cassettiere. Queste potranno essere sospese o direttamente a terra. Il nostro consiglio è quello di posizionarle a terra per evitare brutte sorprese e avere la tranquillità di poterle caricare senza senza problemi. Lo spazio superiore alle cassettiere per posizionare gli elementi estraibili e la parte alta per i tubi appendiabiti. Utilizzando i sistemi Servetto renderai comodi e facilmente sfruttabili anche i tubi appendiabiti posizionati nelle zone alte. Aree dedicate alle scarpe, ripiani per le camicie ed estraibili per le cravatte o l’intimo potrai posizionarli nelle zone laterali basse, per lasciare spazio nella parte centrale alle cassettiere.
Pensando a come arredare la tua cabina armadio non scordarti di inserire la specchiera e posizionala tenendo in considerazione la profondità visiva per poterla utilizzare nel migliore dei modi.

Torino, marzo 2017

Roberto Vottero

 

Articoli correlati

Come progettare un bagno di grandi dimensioni.

Uno dei problemi più diffusi, all’interno delle nostre case, è quello di avere bagni troppo piccoli. Molto spesso ci si ritrova a dover fare i conti con pochissimi metri quadri…

Perchè comprare il forno a vapore?

Il forno è uno di quegli elettrodomestici che non può mancare in cucina. Nel corso degli anni, così come è accaduto anche per altre apparecchiature domestiche, il forno si è molto evoluto. Un tempo esistevano soltanto quelli di tipo tradizionale, con una cottura di tipo statico, poi si è passati a quelli che hanno anche la possibilità di cuocere in modalità ventilata.