Come dividere una stanza

All’interno di una casa, è possibile separare gli ambienti senza dover necessariamente tirare su un muro? La risposta è assolutamente sì! Esistono, infatti, molte soluzioni che hanno proprio questa funzione. Vediamo come dividere una stanza senza opere murarie, utilizzando qualche piccolo trucco. Per esempio come dividere una stanza con le librerie bifacciali. Soprattutto nella zona living, può essere comodo creare una certa separazione tra uno spazio e l’altro. Lasciando però la sensazione che comunque si tratti di un unico grande ambiente, ampio e luminoso.

Troppi muri, infatti, rischiano di rendere gli spazi decisamente piccoli e poco accoglienti. Al contrario, “separare ma non troppo” può essere la chiave vincente in molte occasioni.

Basti pensare, ad esempio, ad un’ampia zona living nella quale si vuole creare un minimo di divisione tra cucina e salotto. Anziché frapporre una parete vera e propria tra le due zone, molto semplicemente si può pensare ad una bella libreria, o a qualche altra soluzione alternativa. Qualcosa che crei un effetto di separazione ma che lasci, al contempo, la sensazione di essere in un unico ambiente. Non ostacola lo sguardo e lascia filtrare la luce. 

Lo stesso dicasi, per fare un altro esempio, di un piccolo e moderno loft nel quale si voglia creare una certa separazione tra la zona giorno e la zona notte. Peraltro, le soluzioni di questo tipo consentono agevolmente di cambiare la disposizione dell’arredamento. Quindi la configurazione della casa. Un muro non può essere spostato con facilità, invece una libreria sì. Nel caso dovessero sopraggiungere nuove necessità familiari, o molto semplicemente se si decidesse di voler apportare qualche cambiamento, tutto risulterebbe più agevole. 

Come dividere una stanza con la libreria bifacciale

Come abbiamo già detto, una delle soluzioni più pratiche per separare due ambienti senza creare una netta divisione, è quella di inserire una libreria bifacciale. Per come dividere una stanza senza opere murarie, utilizzando la libreria bifacciale, vi consigliamo di richiedere la consulenza di un arredatore. Saprà sicuramente guidarvi e suggerirvi la soluzione migliore. Nel frattempo, possiamo cercare di analizzare insieme i metodi più utilizzati per dividere una stanza. Si tratta, in sostanza, di una libreria realizzata appositamente in modo tale da risultare sfruttabile. Ma anche bella da vedere, da ogni punto di vista. Sia che la si guardi mentre si prepara da mangiare in cucina, ad esempio, sia che la si osservi dal divano del salotto. Non per niente, le librerie bifacciali sono considerate degli ottimi elementi d’arredo, in grado di donare un tocco di classe e stile a tutto l’insieme. 

In quest’ottica, non possiamo non pensare alle librerie bifacciali Lago. Questa azienda è presente sul mercato italiano, e non soltanto, da oltre 50 anni. Lago è specializzata nella realizzazione di sistemi integrati e soluzioni originali per chiunque sia alla ricerca di prodotti di qualità, essenziali ma anche di grande impatto. Le librerie bifacciali rappresentano uno dei punti di forza di Lago. Diverse tipologie e tantissime possibili combinazioni, così da poter soddisfare le esigenze di chiunque. 

Le loro strutture bifacciali, con fianchi e ripiani modulari realizzati in varie finiture/colori e la possibilità di inserire anche dei pannelli per creare dei vani chiusi, risultano perfette per separare con classe ed eleganza ogni tipo di ambiente.

La libreria Airport di Cattelan

Restiamo in tema, e vediamo come dividere una stanza con libreria bifacciale che possono anche separare gli ambienti. Merita sicuramente un cenno anche il modello Airport disegnato da Giorgio Cattelan. Il modello componibile Airport, proposto dall’azienda “Cattelan Italia”, rappresenta infatti una delle massime espressioni di design per quanto concerne le librerie. Si tratta di una libreria estremamente versatile, funzionale ma anche molto scenografica, un pezzo di design modulare che sicuramente non può lasciare indifferenti. 

Oltre allo stile moderno e ricercato, un mix perfetto di metallo e legno, una delle particolarità del modello di libreria Airport è che può essere sempre personalizzato in base alle proprie necessità. Consente quindi di dividere la stanza senza opere murarie con composizioni su misura. 

Inoltre, questa libreria può essere collocata contro una parete, sistemata angolarmente oppure disposta al centro della stanza, proprio per trasformarsi in quell’elemento divisorio di cui parlavamo. In questo caso, il fissaggio è ovviamente a soffitto. 

Montanti e staffe sono realizzati in acciaio con diverse finiture, così come sono molteplici le possibili combinazioni con i ripiani ed i contenitori laccati o in legno. Volendo, si possono integrare anche altri elementi, come ad esempio uno scrittoio e/o delle ante, per ottenere un unico elemento multifunzionale. 

Lamiere Industrial effetto Corten

Per chi desidera dividere una stanza senza opere murarie in stile industriale tipico dei loft newyorkesi, invece, il suggerimento è quello di optare per pannelli divisori particolari, in sintonia con il resto dell’arredamento. 

In un appartamento caratterizzato da elementi come il legno un po’ grezzo, i mattoni e le travi a vista, la pietra, il cemento e così via, anche eventuali elementi di divisione tra un ambiente e l’altro devono essere pensati in un’ottica “industrial”. Ad esempio, una soluzione può essere quella di dividere una stanza ricorrendo a pannelli in acciaio o zinco. Possono essere pannelli fissi, oppure anche soluzioni scorrevoli, che ruotano, ecc. Uno degli effetti metallici più apprezzati negli ultimi anni, ovviamente sempre restando in tema con questo stile, è il cosiddetto “corten”. Si pensi che è una delle finiture più apprezzate anche per la realizzazione di top per la cucina. La finitura “corten” viene spesso utilizzata per gli esterni, ma sta riscuotendo grandissimo successo anche all’interno delle abitazioni. Grazie ad una determinata combinazione di colori e ad un processo di verniciatura particolare, si ottiene un effetto che dà l’impressione di metallo un po’ arrugginito, con colorazioni tendenti all’arancione/marrone/rossiccio.  Si tratta, insomma, di una delle possibili soluzioni originali e di design qualora si desideri optare per una lamiera, o qualcosa del genere. 

Dividere una stanza con le quinte a listelli verticali

Come dividere una stanza

Abbiamo parlato di come dividere una stanza senza opere murarie con librerie bifacciali e di elementi metallici in stile industriale. Tutte soluzioni perfette per separare gli ambienti della casa. Ma c’è anche un’altra possibilità, anch’essa di grande impatto visivo. Vediamo come dividere una stanza con un metodo che può ben adattarsi a diversi stili di arredamento. Ci riferiamo alle quinte realizzate con listelli verticali di legno. In pratica, è assolutamente possibile ricreare un effetto divisorio “vedo/non vedo” proprio grazie all’utilizzo di listelli di varie dimensioni e finiture. 

Possono essere più o meno larghi e distanziati tra loro, possono essere fissi oppure mobili, possono essere a tutta altezza (quindi fissati anche al soffitto) oppure no: sono tantissime le variazioni sul tema, anche in questo caso ce n’è davvero per tutti i gusti. Comunque sia, si tratta sempre di elementi che non sono soltanto utili per dividere una stanza senza opere murarie, ma risaltano come veri e propri pezzi decorativi. Diventano il fulcro di tutto l’ambiente. Quando la “parete” divisoria da creare è di grandi dimensioni, può essere consigliabile aggiungere una struttura in ferro che sostenga i listelli. In ogni caso, è sempre bene affidarsi a mani esperte per realizzare un ottimo lavoro. I listelli utilizzati possono essere lasciati del loro colore naturale, a seconda del tipo di legno utilizzato, oppure possono essere verniciati a proprio piacimento, sempre in funzione di tutto il resto dell’arredamento. 

Con le quinte realizzate in listelli di legno si possono anche creare delle ottime postazioni di lavoro per lo smart working, e delimitare strategicamente qualsiasi tipo di spazio, pur lasciando filtrare la luce e non ostruendo del tutto la visuale. 

Articoli correlati

Il letto Sorvolo di Fimar

Una delle tendenze di questi ultimi anni è quella di proporre la camera da letto come ambiente pensato non soltanto per dormire, ma per essere vissuto pienamente anche durante il giorno. Proprio in…

La libreria Air di Lago

La libreria Air di Lago è uno di quegli elementi dell’arredamento che, forse più di altri, può raccontare molte cose su chi vive all’interno della casa. Può racchiudere moltissimi oggetti in grado di rappresentare in pieno la personalità, la vita, le…