Scegliere i tessuti per i complementi d’arredo

I tessuti possono avere un ruolo davvero molto importante nell’arredamento, forse anche più di quanto non si possa pensare. Scegliere i tessuti per i complementi d’arredo può essere un modo semplice per creare ambientazioni di grande effetto.

L’utilizzo ben studiato dei tessuti, infatti, consente di definire meglio lo stile della casa, conferendole sicuramente molto carattere. 

Tutto questo, peraltro, senza necessariamente dover spendere cifre astronomiche.

Ciò che conta, come spesso diciamo, è saper combinare tra loro in modo armonico i vari elementi, così da ottenere un risultato che sia al tempo stesso funzionale ed esteticamente piacevole. 

Ecco, quindi, che poltrone, tappeti, tendaggi, cuscini – soltanto per citarne alcuni – possono diventare una grande risorsa per trasformare completamente (e senza grossi lavori/spese) l’aspetto di un’abitazione.

Importantissima è la scelta dei colori più adatti all’ambiente, a seconda che si voglia dare una sensazione di maggiore calore oppure di freddezza. 

Quando si tratta di dover arredare una zona che di per sé è già molto luminosa, può essere utile scegliere colori più freddi (tonalità del blu e del verde, ad esempio): il contrasto può risultare di grande effetto.

Se, al contrario, dobbiamo arredare una stanza un po’ più buia, allora i toni caldi (tipo rosso, arancione, giallo, ecc.) possono essere i più indicati: lo spazio sembrerà subito più accogliente. 

Attenzione! Colori caldi e freddi non hanno nulla a che vedere con il fatto che siano chiari o scuri. E’ comunque evidente che, in un ambiente poco luminoso, di solito sia preferibile utilizzare delle tonalità che siano anche piuttosto chiare.

Poltrone e pouf decor

Pouf Bonaldohttp://Bonaldo

Scegliere i tessuti per i complementi d’arredo è un po’ come la scelta di un abito. Un modo per “vestire” la casa e darle un’impronta distintiva, un tocco di carattere. 

Pensiamo, ad esempio, alle poltrone o ai pouf che spesso troviamo nei nostri salotti. Valorizzarli scegliendo per loro i giusti rivestimenti, non può che valorizzare l’intero contesto in cui si trovano. 

A seconda dello stile della casa, ed anche a seconda del tipo stesso di poltrona o pouf, i tessuti che si possono utilizzare sono tantissimi.

Il mercato, fortunatamente, è in grado di offrire un’ampia gamma di prodotti ed è dunque impossibile non trovare quello più adatto alle proprie esigenze.

Esigenze che devono tener conto non soltanto dell’aspetto estetico, per quanto importante sia, ma anche della praticità. Specialmente se ci sono bambini o animali in casa, è sempre opportuno pensare a tessuti d’arredo che siano sufficientemente resistenti e facili da tenere puliti. Non mancano, al giorno d’oggi, rivestimenti specifici antimacchia e/o idrorepellenti.

Ottimi, ovviamente, i tessuti naturali tipo il cotone, il lino, ecc. Ma esistono anche ottimi prodotti realizzati con fibre artificiali. Ciò che può fare davvero la differenza è la scelta della fantasia e dei colori dominanti. 

In merito a questi ultimi, abbiamo già dato alcuni consigli. Per quanto riguarda le fantasie, si possono scegliere soluzioni in tinta unita, oppure osare un pochino di più con motivi floreali, forme geometriche, righe, ecc.

Indubbiamente i fiorati sono più adatti ad ambienti un pochino più classici o in stile country, mentre le linee geometriche si addicono maggiormente agliarredamenti più moderni. Detto questo, nulla vieta che si possano anche fare dei simpatici abbinamenti che accostino fantasie più classiche ad altre più innovative. Sempre mantenendo un delicato gioco di equilibri. 

E’ tornato anche di gran moda il velluto, non sempre facile da abbinare e come manutenzione, ma di indiscutibile fascino. Spesso lo si associa ad ambienti molto vecchi e un po’ polverosi, ma oggi il velluto può essere utilizzato anche per poltrone o pouf dal sapore estremamente moderno e attuale. 

Anche in questo caso, molto importante è la scelta della fantasia più adeguata.

Cuscini decorativi per divani e letti: scegliere i tessuti

Morbidi ed accoglienti, anche i cuscini decorativi giocano un ruolo importantissimo nella definizione dello stile di una casa. 

Non è raro, ad esempio, che si opti per divani, poltrone e letti in stile piuttosto neutro e minimalista, per poi in qualche modo “decorarli” con dei bei cuscini scelti ad hoc. 

Per quanto concerne scegliere i tessuti per i complementi d’arredo, nei colori e delle fantasie, vale un po’ quanto detto sopra. Le possibilità sono tantissime. Non esiste qualcosa che sia meglio in assoluto, ma esiste senz’altro la soluzione più adatta per ogni circostanza. 

Cuscini di seta, di cotone, di lino, di velluto… Motivi floreali, geometrici… Personalizzare è sempre possibile!

Per quanto concerne i cuscini, anche la forma riveste un ruolo importante. Si possono scegliere cuscini piccoli e grandi, e poi ci sono quelli quadrati, quelli rettangolari ed anche quelli rotondi, un po’ più particolari. 

Con il susseguirsi delle stagioni, è anche possibile prendere in considerazione la possibilità di sostituire i cuscini, alternando fantasie e tessuti più freschi, ad altri più adatti all’autunno e all’inverno.

Scegliere i tessuti per i complementi d’arredo: i tappeti

Tappeto design Torino
Empty old ballroom

Anche la scelta dei tappeti è fondamentale se, nel complesso, si vuole ottenere un bel risultato finale. 

Per quanto concerne scegliere i tessuti per i complementi d’arredo, parlando di tappeti suggeriamo quelli naturali per gli ambienti più classici. Addirittura, in certi casi possono risultare perfetti i cosiddetti tappeti persiani. Se ti interessa, puoi leggere il nostro articolo dove diamo alcuni consigli su come scegliere il tappeto per il salotto.

Per le case arredate, invece, in stile rustico o anche etnico, sono perfetti i tessuti un po’ più grezzi, tipo la juta. 

Così come per i cuscini, anche per i tappeti vale il discorso per cui, a seconda della stagione, si possono alternare elementi diversi. Un tappeto a pelo lungo, ad esempio, non ha molto senso in piena estate. Meglio sostituirlo con qualcosa di più leggero, più fresco. 

I tendaggi

I tendaggi sono un altro di quegli elementi caratterizzanti che possono immediatamente cambiare il “look” di una casa. 

Sempre con un occhio allo stile e al design, ed un altro alla praticità, non mancano le offerte neppure per quanto riguarda il mondo dei tendaggi. 

Al giorno d’oggi esistono addirittura dei tessuti tecnici fonoassorbenti, in grado di ridurre il disagio provocato da eventuali rumori. 

Ma, anche senza optare per queste soluzioni così innovative, i tessuti più tradizionali possono tranquillamente soddisfare qualsiasi tipo di cliente. 

Esistono tende realizzate in tessuti naturali, come possono essere il cotone e il lino, oppure quelle realizzate con fibre sintetiche. Molto spesso si trovano tendaggi composti da una percentuale di fibra naturale ed una percentuale di sintetico. 

Questo perché è sempre importante, come dicevamo, puntare sull’estetica ma anche sulla funzionalità e praticità. Il lino puro, ad esempio, si stropiccia moltissimo, ma magari abbinandolo a qualche altra componente si può ottenere un prodotto ugualmente bello ma un po’ più semplice da trattare. 

I tendaggi possono essere coprenti o meno, chiari, scuri… anche in questo caso ce n’è davvero per tutti i gusti e tutte le necessità. 

I velluti non mancano neppure in questo contesto, ma sono una prerogativa che ben si addice soltanto agli ambienti di un certo tipo, particolarmente classici e “lussuosi”. 

Tovaglie e runner

Se si parla di tessuti d’arredo, come non pensare anche alle tovaglie e ai cosiddetti runner?

Il più delle volte si tratta di elementi che vengono tirati fuori solo all’occorrenza, quindi non sempre in vista. Ciò non toglie, comunque, che anche la loro scelta debba essere fatta in funzione dello stile che prevale nell’abitazione. 

I tessuti possono essere più ricercati per ambientazioni eleganti e sofisticate, e magari per le grandi occasioni, mentre nella maggior parte dei casi si possono scegliere tovaglie e runner anche molto più semplici, ma non per questo meno gradevoli da vedere. 

Come già detto a proposito di altri complementi, sono sempre molto importanti le fantasie e i colori. 

Motivi floreali possono ben adattarsi alle case di campagna, così come possono essere piacevoli le tipiche tovaglie a quadretti in ambienti dal sapore rustico. 

Per spazi urbani e magari ambienti giovani e moderni, meglio optare per fantasie rigate, motivi geometrici, ecc. 

Per una tavola perfetta, dunque, ci va sempre la tovaglia più adatta a seconda dello stile della casa e della circostanza (pranzo/cena più o meno formale). 

Peraltro, a volte la soluzione migliore può essere anche quella apparentemente più semplice: una bella tovaglia bianca, perfettamente pulita e ben stirata, può rivelarsi in molte occasioni una scelta vincente. 

Plaid e copriletti

Per finire, non dimentichiamo altri importanti accessori che possono fare una bella differenza in casa.

Si tratta dei plaid e dei copriletti. 

Nel primo caso, è un qualcosa che non necessariamente troviamo soltanto in camera da letto. Molto spesso i plaid vengono utilizzati anche nella zona giorno, in particolare su divani e poltrone. 

Se vengono scelti con cura, abbinando materiali e colori a tutto il resto, possono essere ulteriori complementi d’arredo in grado di dare quel tocco in più. 

Chiaramente, i plaid sono elementi tipici della stagione più fredda, e di conseguenza è normale che debbano essere soprattutto morbidi e caldi, oltre che belli esteticamente. 

I copriletti, invece, sono destinati forse ad essere meno visibili, proprio perché destinati esclusivamente alle camere da letto, ma ciò non toglie che anche per loro sia opportuno scegliere dei tessuti adatti al contesto e alla stagione, nonché dei colori e delle fantasie azzeccati. Del resto, quando si entra in una camera da letto, una delle prime cose che si nota è proprio il letto e ciò che lo riveste.

Per fortuna, molte aziende – soprattutto italiane – propongono in questo senso una vastissima gamma di prodotti di grande qualità. 

Articoli correlati

Quale tenda scegliere per la casa

Spesso le tende sono un po’ sottovalutate e rimangono una delle ultime cose cui si pensa quando si arreda o ristruttura una casa.  Eppure, anche le tende hanno la loro importanza, ed è…

Scegliere i colori per la camera da letto

Individuare le tonalità più adatte per la nostra casa non è mai semplice, ma scegliere i colori per la camera da letto necessita di un’attenzione tutta particolare. La camera da letto dev’essere, proprio per definizione, uno spazio rilassante, riposante.…