Come organizzare la lavanderia

Esiste uno spazio, all’interno delle abitazioni, di cui si parla poco ma che, in realtà, ha una grande importanza: la lavanderia. Tutti sempre a discutere di cucine, salotti, camere da letto e bagni, ma poter disporre di una lavanderia a casa propria può fare un’enorme differenza. Riuscire a ricavare una vera e propria stanza da dedicare a questo scopo, è certamente una gran fortuna. E, a questo proposito, non hanno molta importanza le dimensioni. Soprattutto se il locale è di piccole dimensioni, sapere come organizzare la lavanderia, può essere utilissimo. Ma se lo spazio in casa non permette di poter riservare un’intera stanza alla lavanderia, per piccina che sia? Con delle buone idee e con gli acquisti giusti, anche un sottoscala, oppure un ripostiglio o, perché no, un balcone, possono trasformarsi in un pratico angolo lavanderia. Vediamo insieme come organizzare la lavanderia nel miglior modo possibile.

Come organizzare la lavanderia
Programma lavanderia di Cerasa

Mobili per lavanderia: cosa propone il mercato?

Indipendentemente da dove si decida di allestire lo spazio dedicato alla lavanderia, le parole d’ordine devono essere funzionalità e versatilità. 

Indubbiamente, però, fa piacere se si riesce anche ad ottenere un risultato bello a vedersi: l’occhio, si sa, vuole sempre la sua parte… 

Resta comunque il fatto che una lavanderia debba essere, soprattutto, molto pratica e debba soddisfare tutte le esigenze per le quali è stata progettata.

Lavabi specifici, colonne attrezzate con asse da stiro, appendiabiti estraibili, appositi mobili per collocare lavatrice ed asciugatrice, carrelli estraibili e così via. Sono soltanto alcuni degli elementi che di solito sono presenti in uno spazio dedicato alla lavanderia.

Dal momento che, come abbiamo già detto, non sempre lo spazio a disposizione è molto ampio, occorre organizzare il tutto al meglio. E’ molto importante sfruttare ogni centimetro possibile anche in altezza. 

Per essere certi di trovare ottimi prodotti, con tutti i requisiti necessari per allestire una lavanderia domestica perfetta, è bene affidarsi all’esperienza di aziende specializzate.

Come organizzare la lavanderia con Compab

Elementi Compab
Alcuni elementi proposti da Compab

La ditta Compab, ad esempio, è specializzata in arredo bagno in generale, ma dispone anche di una linea specifica pensata per la lavanderia.

La collezione “LAB60” è un concentrato di soluzioni tecnologicamente all’avanguardia, in grado di esaltare al massimo la funzionalità dei vari elementi. Finiture particolari, accessori studiati nei minimi dettagli e modularità sono le caratteristiche principali di questa linea.

Il concetto alla base di tutte le idee Compab è che in un ambiente pulito, ordinato e ben organizzato si possa vivere meglio. Se poi è anche bello, tanto di guadagnato.

E questo dev’essere proprio lo spirito con cui organizzare una lavanderia tra le pareti domestiche. 

Come organizzare la lavanderia con Cerasa

Come organizzare la lavanderia con Cerasa
Come organizzare la lavanderia con Cerasa

Un’altra importante realtà che rappresenta, da ormai più di 40 anni, un’espressione di successo del Made in Italy, è la ditta Cerasa

Anche in questo caso si parla di un’azienda specializzata, in generale, nell’arredo bagno. 

Tra le varie linee di prodotti, anche Cerasa ha però riservato un’attenzione particolare allo spazio dedicato alla lavanderia. 

Grazie alla progettazione di moduli molto flessibili e componibili, l’obiettivo è quello di poter realizzare lavanderie eleganti ma anche pratiche e funzionali. 

Tutte le soluzioni sono per lo più “salvaspazio”, così da riuscire ad adattarle anche ai contesti più difficili. 

Esempi di lavanderie con zona lavaggio, asciugatura e stireria

Quando si pensa a come organizzare la lavanderia in casa, le tre esigenze essenziali che vengono subito in mente sono: lavare, asciugare ed infine stirare. 

Pertanto, nei limiti del possibile, una buona lavanderia domestica dovrebbe riuscire a mettere a disposizione tutto ciò che occorre per soddisfare queste tre necessità.

Per quanto concerne il lavaggio, bisogna innanzitutto studiare il modo migliore per collocare la lavatrice ed anche l’eventuale asciugatrice. Potrebbe anche esservi utile sapere come inserire la lavatrice in un bagno di piccole dimensioni. A tal proposito vi consigliamo questo articolo

Esistono, per esempio, dei mobili pensati proprio per poterci inserire all’interno questi elettrodomestici. Magari anche uno sopra l’altro per ottimizzare lo spazio (di solito si mette la lavatrice in basso e, più in alto, si posiziona l’asciugatrice). 

E poi bisogna sempre prevedere mobiletti/colonne che siano idonei per contenere tutti i vari prodotti detergenti, nonché scope, aspirapolvere, secchi, bacinelle e quant’altro. 

Quando lo spazio a disposizione scarseggia, sono molto utili quei meccanismi estraibili (carrelli, portabiancheria, ecc.) che permettono di ottimizzare.

In scelta del lavatoio è molto importante

Il lavabo in lavanderia
Esempio di Lavabo Compab

Come organizzare la lavanderia vuol dire anche scegliere i giusti elementi. Indispensabile è la presenza di un bel lavabo, o meglio ancora di un vero e proprio lavatoio attrezzato. Ottimo per poter lavare anche a mano e comunque per poter prendere l’acqua necessaria per le pulizie domestiche.

Una volta fatto il bucato, occorre far asciugare i panni… La cosa migliore, come è risaputo, è sicuramente poterli stendere all’aria aperta, magari al sole. In alternativa, vanno benissimo anche le moderne asciugatrici, specialmente in autunno/inverno. 

Ma, indubbiamente, sarebbe comodo poter disporre di uno stendibiancheria da sfruttare anche internamente. Vanno benissimo gli stendini “mobili”, da spostare a proprio piacimento. Però anche un qualcosa di appeso a muro, magari in corrispondenza del termosifone, può risultare estremamente pratico per far asciugare le cose anche quando non possono essere stese fuori. 

Volendo, esistono anche degli asciuga biancheria ad aria. Si tratta di meccanismi che si appendono alla parete e che “sparano” aria calda, quasi come se fossero dei grossi phon. Posizionandoci al di sotto la biancheria stesa, si rende molto più rapido il processo di asciugatura. Possono essereparticolarmente pratici quando si hanno in casa bimbi molto piccoli e si ha una certa urgenza di far asciugare tutine, body, ecc.

Pensate anche alla zona per stirare

Protek Bigfoot con asse da stiro a scomparsa
Controtelaio Protek con asse da stiro a scomparsa

Una volta allestita la parte dedicata al lavaggio, manuale e non, e dopo aver pensato a tutto ciò che può essere utile per asciugare i panni, non resta che progettare una soluzione pratica anche per stirare. 

Se lo spazio lo consente, si può molto semplicemente riporre il classico asse da stiro all’interno di un’apposita armadiatura. Chiaramente, quando si pensa a come organizzare la lavanderia, bisogna pensare anche ad uno spazio in cui tenere il ferro da stiro.

In alternativa, si possono progettare delle colonne attrezzate nelle quali trova collocazione anche un asse da stiro integrato, estraibile, che possa scomparire con un semplice gesto (richiudendo l’anta). Oppure alle geniali soluzioni a scomparsa Protek.

Insomma, con i giusti accorgimenti e approfittando dei tanti, ottimi prodotti presenti sul mercato, al giorno d’oggi è sicuramente possibile organizzare una lavanderia perfetta anche dentro casa. Uno spazio in cui, volendo, si possa anche inserire una scarpiera e tenere anche a portata di mano, con appositi appendini estraibili, gli indumenti che si usano tutti i giorni.

Articoli correlati

Quale tenda scegliere per la casa

Spesso le tende sono un po’ sottovalutate e rimangono una delle ultime cose cui si pensa quando si arreda o ristruttura una casa.  Eppure, anche le tende hanno la loro importanza, ed è…

Scegliere i colori per la camera da letto

Individuare le tonalità più adatte per la nostra casa non è mai semplice, ma scegliere i colori per la camera da letto necessita di un’attenzione tutta particolare. La camera da letto dev’essere, proprio per definizione, uno spazio rilassante, riposante.…