Come abbellire casa in primavera

Pronti per rinnovare casa in primavera? Mai, come quest’anno, c’è una gran voglia di tutto ciò che la primavera, da sempre, rappresenta: natura, libertà, vita all’aperto, colori, rinnovamento, rinascita. Vediamo come abbellire casa in primavera.

Ne avevamo già parlato a proposito dell’autunno: anche la casa può “vestirsi” per l’occasione e, con qualche accorgimento, acquisire un’atmosfera tutta particolare, anche senza dover apportare chissà quali stravolgimenti all’arredamento. 

Con l’arrivo della primavera siamo soliti riporre cappotti e abiti invernali, per lasciar spazio ad accessori più in sintonia con la nuova stagione. Ecco, anche per la casa può accadere la medesima cosa. Si possono temporaneamente mandare in soffitta cuscini di lana, plaid e decorazioni invernali varie, per lasciare spazio a nuovi dettagli che richiamino i colori, i profumi e tutta l’atmosfera frizzantina tipicamente primaverile. 

Per chi desidera, quest’anno più che mai, rinnovare in stile primaverile la propria casa, ecco qualche nostro semplice suggerimento.

Come rinnovare casa in primavera con i tessuti d’arredo

rinnovare casa in primavera

Con l’avvento della primavera, non si ha soltanto voglia di fare pulizia nel senso letterale del termine, ma si avverte anche un gran desiderio di portare una ventata di novità e freschezza tra le pareti domestiche. 

Pensare di stravolgere completamente l’arredamento non è, ovviamente, una cosa possibile. Sostituire alcuni mobili, cambiare il colore delle pareti o addirittura ritinteggiare tavolini, sedie, sgabelli, mensole, può essere, senza alcun dubbio, un modo efficace per abbellire casa in primavera. Si tratta, però, di interventi piuttosto radicali, e non è che si possa proprio stravolgere casa con l’avvicendarsi delle stagioni. Sarebbe un pochino complesso ed anche costoso.

Per rabbellire casa in primavera ci sono anche soluzioni più semplici da mettere in pratica, e molto più facili da riadattare a seconda del periodo. Può anche essere sufficiente, ad esempio, partire dai tessuti d’arredo.

Dopo mesi di freddo e grigiore, portare dentro casa un po’ di colori allegri non può che giovare. Con meno di quanto si possa pensare, immediatamente si avrà una sensazione di freschezza, solarità, leggerezza: in una parola sola, una sensazione di primavera!

L’importanza delle tende

Partiamo dalle tende, ad esempio. Con l’arrivo della primavera si può pensare di cambiarle e di utilizzare tessuti più leggeri, eventualmente anche meno coprenti. L’importante lasciar filtrare meglio la luce tipica della stagione, con tonalità di colore più chiare. 

Lo stesso dicasi per i tappeti. Se durante i mesi freddi si ha un tappeto in salotto con determinate caratteristiche prettamente invernali (per tipo di tessuto, trama e colori), con l’arrivo della bella stagione sarebbe preferibile sostituirlo con un modello più fresco, più adatto al periodo. Insomma, per abbellire casa in primavera, via il tappeto a pelo lungo che fa tanto “effetto Natale”. Diamo il benvenuto al tappeto in cotone écru o in iuta, nei toni neutri del beige/grigio/tortora. Oppure con colori pastello o tinte decisamente vivaci. 

Per chi non ama i tappeti, un altro elemento da sfruttare per dare un tocco di novità all’ambiente è costituito dai cuscini, in particolare quelli che di solito si utilizzano su divani, poltrone o sedie. Basta optare per colori pastello, tipo il celeste, il giallo, il verde o il rosa pesca, solo per citarne alcuni, per abbellire la casa in primavera. Per non parlare, poi, della scelta delle trame: forme geometriche o temi floreali possono essere perfetti per la stagione alle porte. L’importante, chiaramente, è utilizzare tessuti freschi e leggeri, come il lino, il cotone e la seta. 

I tessuti d’arredo possono essere rinnovati non solo in salotto, ma anche in cucina. Magari proponendo tovaglie, tovagliette e runner con fantasie allegre e tipicamente primaverili. Allo stesso modo anche la camera da letto può contribuire ad abbellire la casa in primavera. Una volta archiviati piumoni e coperte di lana, facciamo spazio a freschi copriletto in cotone, anche questi con colori e fantasie adatte, oltre che all’ambiente circostante, anche alla stagione primaverile. 

Arredare con le piante

abbellire la casa in primavera con la libreria lago

Abbiamo già affrontato il tema di come arredare casa con le piante e di quanto possano essere importanti anche dal punto di vista del design. 

L’uso delle piante da appartamento, però, può anche essere uno dei modi più semplici ed economici per rinnovare un pochino l’ambiente e, soprattutto, per abbellire la casa in primavera.

Dopo il periodo autunnale ed invernale, durante il quale le piante sono un po’ in una situazione di stand-by, la primavera costituisce, per definizione, la stagione dell’anno in cui tutta la vegetazione riprende vita, con nuove foglie e belle fioriture. 

Valorizzare tutte le stanze della casa con un po’ di piante rigogliose, magari inserite in vasi dai colori pastello, può essere un modo semplicissimo ed efficace per portare una ventata di freschezza. 

Se non si vogliono utilizzare vasi tradizionali, si possono anche acquistare o realizzare autonomamente delle soluzioni alternative. Cassettine in legno, magari colorate ad hoc, ceste più o meno grandi. Anche l’arte del riciclo, in questi casi, funziona molto bene. Chi ha fantasia e un po’ di manualità, potrà realizzare dei contenitori per piante e fiori anche partendo da semplici bottiglie di plastica. Oppure da tazze e ciotole in ceramica. Vanno benissimo anche se sono un po’ sbeccate. Sono tutte ottime strategie per abbellire la casa in primavera.

In ogni caso, fiori e piante sono – e saranno sempre – uno degli elementi distintivi della primavera. Collocarne qua e là in casa, specialmente con l’arrivo della bella stagione, non può che essere una mossa vincente. Valorizzarli con i giusti vasi, abbinati al contesto della casa e all’atmosfera primaverile, è quanto di meglio ci possa essere. 

Altre soluzioni per rinnovare casa in primavera

Rinnovare casa in primavera con i tessuti d’arredo e valorizzare piante e fiori sono, senza dubbio, due modi molto semplici ed immediati per trasformare la casa dopo il periodo invernale, e per donarle in un attimo allegria e spirito primaverile. 

Volendo, però, ci sono numerosi altri accorgimenti che possono contribuire al rinnovamento. Tralasciando gli interventi importanti come ritinteggiare le pareti, cambiare parte del mobilio o altro ancora, tutte cose molto efficaci ma più difficili da realizzare se lo si fa soltanto per una questione di stagionalità, si possono ad esempio sostituire le cornici appese ai muri, optando per linee più minimaliste e dai colori più allegri, oppure si possono aggiungere qua e là dei piccoli complementi d’arredo che richiamino, per stile e colore, proprio la stagione primaverile. 

Anche l’illuminazione, con l’arrivo della primavera, viene coinvolta. Le giornate si allungano, le ore di sole sono di più, e quindi l’utilizzo dell’illuminazione artificiale, di fatto, è inferiore. Può essere carino, comunque, pensare a qualcosa di un po’ innovativo e fuori dagli schemi. Magari sfruttando la tecnologia a led che, con spese anche piuttosto contenute, consente di progettare soluzioni simpatiche e in tema con la stagione. 

Anche le candele profumate, scegliendo le essenze più adatte, possono trasformarsi in un valido aiuto per dare all’ambiente quell’atmosfera tipicamente primaverile che ci riempie di nuova energia positiva.

Articoli correlati

Come progettare un bagno di grandi dimensioni.

Uno dei problemi più diffusi, all’interno delle nostre case, è quello di avere bagni troppo piccoli. Molto spesso ci si ritrova a dover fare i conti con pochissimi metri quadri…

Perchè comprare il forno a vapore?

Il forno è uno di quegli elettrodomestici che non può mancare in cucina. Nel corso degli anni, così come è accaduto anche per altre apparecchiature domestiche, il forno si è molto evoluto. Un tempo esistevano soltanto quelli di tipo tradizionale, con una cottura di tipo statico, poi si è passati a quelli che hanno anche la possibilità di cuocere in modalità ventilata.